Ganassi-Io amai sempre. Venise 1540

Andare in basso

Ganassi-Io amai sempre. Venise 1540

Messaggio  dowland58 il Sab Nov 22, 2008 11:14 am



CD acquistato in fretta,
allettato dalla sola conoscenza
dell'autore, il Ganassi, di cui avevo
una lontanissima conoscenza prima
come praticante di flauto dolce,
di liuto poi.

A Ganassi si devono infatti
dei trattati, rivolti alla nobiltà,
con una enorme quantità di
informazioni sulle tecniche
di suono e sopratutto sull'arte
della diminuzione, cioè
della variazione della linea
melodica iniziale.

Ed è proprio grazie a Ganassi
che possiamo avere un'idea
oggi, non solo della musica
scritta (così come ci
è perevnuta), ma anche dell'arte
dell'improvvisazione estemporanea
che il buon musicista (ed il cortigiano
dilettante di musica) doveva
conoscere.

Il CD? Splendido al primo, ed ai
successivi ascolti. Musica vocale di
autori quali Gombert, Willaert e
Arcadelt trascritte e diminuite
per ensemble strumentale (viola da gamba,
liuto, flauto ed organo o clavicembalo)

Stupendi i due pezzi per liuto solo
suonati da Massimo Moscardo: una
fantasia di Alberto da Ripa da Mantova,
ed il ricercare n°33 di Francesco da
MIlano
(Arthur concordava con me
un paio d'anni fa sulla straordinaria
bellezza di questo ricercare, e sembra
che anche Massimo, scegliendone
uno per questo disco...),
stupendi i madrigali, chansons e
mottetti strumentali
avatar
dowland58


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum